Newsletter

Iscriviti alla newsletter.
captcha

Area Riservata



CONVEGNO ''IL BUDGET DI SALUTE PER PERSONE CON DISTURBI PSICHICI GRAVI: UN NUOVO PARADIGMA DI CURA''
Notizie - 2018

Il budget di salute verrà illustrato venerdì 20 aprile dalle ore 9:00 alle ore 13:00 presso la Sala Ruffini della Comunità Montana in via del Cantiere c/o Porto Turistico di Lovere in un convegno dell’équipe del Dipartimento di Salute Mentale di Iseo che ne ha avviato la sperimentazione.   Nella cura dei malati psichici, è dimostrato scientificamente che gli esiti migliori dei trattamenti si hanno quando si tiene conto delle cose più importanti per un essere umano: avere un lavoro (che dà reddito ma anche riconoscimento sociale), una casa (intesa come luogo fisico e affettivo), una rete sociale (una cerchia di amici e persone di riferimento) con cui condividere la propria esistenza”. Per Andrea Materzanini, responsabile del Dipartimento di Salute Mentale di Iseo, prendersi cura dei malati psichici, anche quelli più gravi, significa quindi tener conto delle persone nella loro interezza, tanto degli aspetti sanitari (ricoveri e farmaci) quanto di quelli sociali e relazionali.

 

Come sappiamo, nell’assorbire la L. 180 (“legge Basaglia”, di cui in questi giorni ricorrono i 40 anni) nelle L. 833 della riforma sanitaria nel 1978, si è affidato ai singoli piani sanitari regionali il compito di attuazione, determinando un sistema “a macchie di leopardo”, con forti differenze tra una regione e un’altra, e anche il processo di de-istituzionalizzazione è proceduto a differenti velocità e con esiti diversi.  In Lombardia l’integrazione dell’assistenza psichiatrica nel contesto generale della sanità è sempre stato difficile, e sono rimaste separate le aree del sociale e del sanitario.

 

Ora la Regione Lombardia, nella delibera n° X/7600 del 20/12/2017, promuove uno nuovo strumento (il budget di salute) per la gestione dei complessi problemi di cura dei malati psichici gravi. Si tratta di un piano di cura personalizzato, costruito sui bisogni delle singole persone, unificando le risorse economiche, sociali, personali e di contesto, e attivando e valorizzando il senso della comunità, per trasformarlo in un nuovo “welfare di comunità”. Si delinea quindi un diverso paradigma di cura. Alle determinanti sociali (casa, lavoro, socialità) viene affidato un ruolo importante proprio ai fini della cura. La presa in carico del paziente viene centrata sulle cure territoriali, anziché sulla collocazione in strutture. Istituzioni (locali e sanitarie), risorse del contesto (volontariato, cooperative, famiglie) e le stesse persone portatrici di sofferenza psichica sono chiamate a cooperare nella progettazione e realizzazione di percorsi costruiti sui bisogni dei soggetti.

Obiettivo è prendere in carico, a parità di spesa, un numero doppio di pazienti, con esiti migliori in termini di recupero e inclusione sociale e liberando posti residenziali.



Il budget di salute verrà illustrato venerdì 20 aprile 2018 dalle ore 9:00 alle ore 13:00 presso la Sala Ruffini della Comunità Montana in via del Cantiere c/o Porto Turistico di Lovere in un convegno dell’équipe del Dipartimento di Salute Mentale di Iseo che ne ha avviato la sperimentazione.


Programma:

Saluti introduttivi

dott. Giovanni Guizzetti, Sindaco di Lovere e Presidente dell’Assemblea dei Sindaci dell’Ambito Alto Sebino

Interventi:

  • dott. Andrea Materzanini, psichiatra, Dipartimento di Salute Mentale dell’ASST Franciacorta: Non c’è salute mentale se non c’è rete sociale, casa, lavoro
  • dott. Mimmo Castronuovo, psicologo, Dipartimento di Salute Mentale dell’ASST Franciacorta: Il budget di salute e il welfare di comunità
  • dott.ssa Laura Novel, Dipartimento di Salute Mentale dell’ASST Bergamo Est: La posizione dei Servizi
  • Mauro Peri, operatore di budget di salute: Dalla teoria all’esperienza pratica
  • Mario Barboni, già consigliere regionale e membro della III Commissione permanente - Sanità e politiche sociali: Il budget di salute nelle linee guida 2018 della Regione Lombardia

 

Iniziativa con il contributo di:

  • Raffaele Casamenti, Consorzio Solco Città Aperta
  • Paolo Meli, Presidente dell’Assemblea dei Sindaci dell’Ambito Val Cavallina

Partecipano:

  • Benvenuto Gamba, Responsabile Servizi sociali presso Consorzio Servizi Val Cavallina
  • Dipartimento di Salute Mentale Valcamonica

 

Scarica la locandina del convegno

 

Comune di Lovere (BG) - P.IVA 00341690162 - C.F. 81003470168 - Concept & Project by [email protected] - Design & Develop by AVX Group